La ONLUS che assiste i bikers:
<<Non chiediamo un euro>>


25 Aprile 2017

VIMERCATE - Nessun soldo per i professionisti che offrono assistenza gratuita, nè, tantomeno, per l'associazione.
Questa la doverosa precisazione in merito all'articolo pubblicato la scorsa settimana a pagina 3, dedicato al sodalizio <<2NOVE9 Bikers Care>>.
Un'associazione fondata dal velaschese Roberto Cancedda per prestare assistenza gratuita a 360 gradi (da quella medica a quella legale, passando per quella psicologica e altro ancora) ai motociclisti coinvolti in gravi incidenti stradali e ai loro familiari.
Nello spiegare il meccanismo di aiuto, avevano erroneamente scritto che, a iter completato, nel caso in cui il biker avesse ottenuto un risarcimento dalla propria assicurazione, una percentuale variabile dal 10 al 30% di questa, sarebbe andata ai professionisti che collaborano con l'associazione.
<<Non è così - Ha ribadito Cancedda - i motociclisti e i familiari non devono pagare un euro. Quella percentuale si riferisce a quanto solitamente viene chiesto alle società private che si occupano di questo genere di attività. La nostra è un'associazione no profit, senza scopo di lucro, che si finanzia solo con le donazioni di privati e aziende. E anche i professionisti che collaborano con noi lo fanno a titolo gratuito>>.


§
GIORNALE DI VIMERCATE

Non perderti le news!