L'associazione 2NOVE9 BIKERS CARE nasce per aiutare
chi ha avuto problemi
legati alla mancanza di sicurezza sulle strade.

Edizione Settembre 2017

Fare prevenzione per migliorare la sicurezza stradale e aiutare chi ha subito un incidente stradale ad avere il giusto risarcimento e a reintegrarsi nella società sono obiettivi difficili da perseguire perchè richiedono competenza, determinazione e notevoli risorse economiche. Se i cittadini uniscono le proprie forze, il compito è meno arduo e si possono ottenere risultati straordinari. E' ciò che hanno fatto Simona Neotti, Roberto Cancedda e Marta Manni. Simona voleva creare un supporto valido per i parenti delle vittime degli incidenti stradali e di malasanità, ma tra le tante persone valide non trovava chi fosse disponibile a tempo pieno. Roberto aveva perso due amici in incidenti in moto e per reagire al dolore ha scelto di mettere a disposizione di tutti le proprie esperienze umane e lavorative. Cercava persone che s'impegnassero a raggiungere un obiettivo concreto, e ha conosciuto Marta che aveva perso una persona cara nello stesso modo. Dal loro incontro è nata l'associazione 2NOVE9 Bikers Care. L'entusiasmo, la disponibilità e le esperienze accumulate nel settore dell'infortunistica stradale, hanno fatto il resto. Lo raccontano in questa intervista.

Quando avete fondato la vostra associazione ?
“Il 24 Gennaio 2017. Roberto è il presidente, Simona vice-presidente e Marta segretaria e tesoriera.
Oltre a noi, diversi professionisti hanno contribuito a crearla.”
Quanti iscritti conta?
“Preferiamo parlare di famiglie: oltre 250, che credono in noi e ci supportano. Ogni tessera permette di prenderci cura di un nucleo familiare che l'associazione ha l'onore di rappresentare ogni giorno anche in sedi istituzionali. Rappresentiamo anche numerosi Moto Club oltre a diverse associazioni, che per comodità gestiamo tesserando i loro presidenti o altri membri del direttivo.”
Perchè avete preferito creare un'associazione invece di collaborare con una delle tante già esistenti ?
“Per sviluppare il prima possibile i nostri progetti di prevenzione e sicurezza perchè qualsiasi ritardo può comportare altri incidenti stradali con gravi conseguenze.”
Su quali fronti agite ?
“In caso di incidente forniamo assistenza completa ai feriti, o ai familiari delle vittime. Ci occupiamo di prevenzione attraverso attività rivolte agli adulti, ai bambini e agli adolescenti. Operiamo sulle infrastrutture stradali per tentare di ridurre al minimo gli incidenti o la possibilità che siano riportati traumi, ferite o decessi a seguito di semplici collisioni o cadute.”
Che supporto fornite a chi è rimasto coinvolto in un incidente stradale?
“Un supporto legale specializzato, rapido e gratuito, attraverso professionisti che svolgono questo lavoro con dedizione da oltre 25 anni. Siamo l'unica associazione italiana a offrire supporto medico poli specialistico coinvolgendo i migliori centri di riabilitazione italiani, i medici legali ( anche per seconde opinioni) e gli studi di cinematica per i casi più gravi. Da Aprile, forniamo assistenza protesica specializzata attraverso la consulenza dei migliori tecnici-professionisti italiani.”
Come agite nell'ambito della prevenzione?
“Promuoviamo le iniziative di Moto Club, Polizia di Stato e Locali o degli enti riconosciuti, se servono ad evitare altri incidenti. Forniamo, attraverso i nostri specialisti, supporto alle Amministrazioni comunali o alle scuole. Interveniamo sui singoli territori formando, tramite istruttori federali, gli agenti della Polizia Locale , o trovando sponsor per procurare materiale didattico alle strutture comunali necessari a istituire corsi rivolti ai cittadini, con risparmio di risorse e tempo per l'iter delle richieste.”

E nell'ambito della sicurezza sulle strade?
“Ci avvaliamo, se opportuno, di associazioni presenti nel territorio interessato. Collaboriamo con le Pubbliche amministrazioni fornendo consulenza gratuita su materiali alternativi alla segnaletica stradale metallica, nuove tecnologie di segnalazione pericoli o attraversamenti pedonali, sulla disposizione di ostacoli o sulla qualità del manto stradale ( aspetto trascurato sebbene o stato di usura del manto stradale sia causa di due terzi degli incidenti). In merito all'obiettivo “strade sicure” dialoghiamo con sodalizi, comitati ed enti pubblici per ottenere risposte concrete.”
Quali azioni avete intrapreso fin'ora?
“Abbiamo contribuito alla creazione e sosteniamo un comitato di cittadini di Trezzano sul Naviglio (MI), che per la prima volta dopo oltre 20 anni sono stati ascoltati. Stiamo costituendo un comitato a Borgo Ticino, per la messa in sicurezza del tratto stradale SS32 che registra in media 1-2 decessi l'anno. Siamo in attesa di risposta dalla nuova giunta di Monza perchè sia posto in sicurezza il tratto che collega la città alla tangenziale nord. Abbiamo, al nostro attivo, diverse e riuscite giornate di prevenzione ad esempio a Baranzate(MI) dove abbiamo riunito per la prima volta la Polizia di Stato, Vigili del Fuoco e associazioni di disabili. Abbiamo assistito, anche psicologicamente, decine di famiglie per far ottenere loro rapidamente il giusto risarcimento per il danno subito.”
Quali sono i vostri progetti?
“Il reinserimento nella società dei feriti in incidenti stradali. Oggi reinseriamo in un ambiente multi-sportivo persone che hanno subito danni irreversibili, valorizzando le qualità della persona infortunata e ponendo in secondo piano la sua disabilità. L'obiettivo è costruire un network con aziende disponibili ad assumere tali persone per reintrodurle nel contesto lavorativo. Siamo a buon punto anche con la creazione di supporti per i disabili che vogliono tornare in moto o che si avvicinano alla moto per la prima volta, compresi i bambini.”
Dov'è la vostra sede?
“La sede legale è a Camparada (MB), quelle operative sono in Lombardia e Piemonte, ma operiamo in tutta Italia. Trattiamo argomenti delicati pertanto la maggior parte dei cittadini preferisce riceverci a casa propria.”
E per contattarvi?
“Oltre a Facebook, i nostri recapiti sono : 340. 8910083 / 346.6921659 / 342.0323534,
email : 2nove9bikerscare@gmail.com,
sito : www.2nove9.com.
E' sufficiente spiegare il tipo di supporto richiesto o la segnalazione da inoltrare.
Presa in carico la segnalazione, istruiremo il cittadino per una corretta esposizione del problema all'ente competente e lo supporteremo anche legalmente qualora non dovesse ottenere i risultati sperati.”

§
IN MOTO

Non perderti le news!